PROSPETTIVE/B: TRA NOVITA’, “OPENING” E FORMULA

Sarà una delle società di Pink Basket, Costamasnaga, a ospitare l’Opening Day della serie B lombarda. Una novità di quest’anno, le partite della prima giornata in sede unica, sabato 30 settembre e domenica 1° ottobre. Vedremo se l’esperimento piacerà; di sicuro non piace alle società la formula prospettata dalla Fip, che prevedrebbe la promozione diretta per la prima classificata, senza playoff.

E’ notizia di questi giorni, al riguardo, che una maggioranza di club ha chiesto una revisione della formula. Certo, se quest’ultima fosse confermata, ogni partita conterà tanto fin dall’inizio per chi ha ambizioni di salire: chi tarda a carburare in autunno può accumulare troppo ritardo per tornare in corsa.

In ogni caso sarà, come lo scorso anno, un campionato di alto livello, con la consueta affascinante mescolanza di veterane ex serie A, giovani in ascesa e tipici elementi “di categoria” che fanno spesso l’ossatura e le fortune delle squadre.

Presentiamo qui una rapida carrellata di quello che è emerso dall’estate di mercato (ringraziando Ezio Parisato per la consulenza).

LE MILANESI

Da confermare i grandi risultati dello scorso anno. Il BFM di Petitpierre (finalista-playoff in carica) ha preso Picco da Carugate e il pivot Contu dalle rivali cittadine, Milano Basket Stars (prime in stagione regolare 2017), che inaugurano il nuovo corso di Stefano Fassina con l’arrivo della vittuonese Baiardo e della cagliaritana Mastio; ritirata Giunzioni, probabile a mezzo servizio Brioschi.

In provincia, Vittuone punta come di consueto sul suo “sterminato” vivaio da cui coach Riccardi (fresco di bronzo europeo U16) col lavoro a lungo termine in palestra estrarrà il meglio. Entrano nel roster le 2001, quarte alle finali nazionali U16 in primavera.

Bresso è squadra mai da copertina ma mai da sottovalutare, specie dopo innesti interessanti come Odescalchi (BFM), Quarantelli (Varese), Farinello (Valmadrera).

LE BRIANZOLE 

Cambiamenti a Giussano dopo un sorprendente 3° posto: sia in panchina con l’arrivo dell’esperto Gualtieri, sia in campo con l’addio alle veterane Gaverini, Ceppi, Bussola; arrivate l’esperta guardia Elena Viganò e la giovane Vitale.

Alcune partenze di spicco anche a Usmate del perenne Mannis: Reggiani, Bonetti, Giosuè; prezioso però il rientro da infortunio di Gervasoni e il nucleo è comunque solido.

La “dirimpettaia” Villasanta ha preso proprio Reggiani e Bonetti da Usmate; allena ora Mazzetto che dal Sanga ha portato il play Bottari.

Novità anche sulla panchina di Biassono, affidata alla giovane Gargantini, fino allo scorso anno riferimento in campo. Tornato il play Zucchi ad affiancare le tante ’97-98-99 di casa e di scuola Geas.

LARIANE E VARESE

Tutto nuovo a Mariano sponda Basket Femminile, diventato satellite di Costa che fornisce gran parte dell’organico (le giovanissime lo scorso anno in C alla Comense) e coach De Milo.

Le neopromosse concittadine del S. Ambrogio, a loro volta con tanti prodotti di Costa (annate dal ’94 al ’96), si sono ben rinforzate in regia con Laura Maiorano e “Scricci” Zanotti.

Varese, “big” consolidata da anni, punta a ripetere una stagione di vertice con la stella Cassani ora raggiunta dalle sorelle Mistò (al posto delle Frantini), l’ex biassonese Marina Fumagalli e la lunga ex-Costa e Carugate Polato.

LE “ORIENTALI” E LODI

Temibili le bresciane: Brixia con le veteranissime Colico e Marcolini (presa Jessica Penna), la Fortitudo con l’altra “venerabile” Frusca e i neo-acquisti Zonda, Pintossi, Pavanello.

Mai semplice una trasferta a Trescore dove “svernano” varie ex-Albino, mentre ancora più a est è quotata la neopromossa S. Giorgio Mantova che affianca la lunga ex-A2 Romagnoli alla realizzatrice Monica.

Infine, l’area sud è rappresentata dalla solida Lodi, che ha portato le giovani di scuola-Geas Benedetta Bonomi e Oliva alla corte di coach Bacchini, anche lui ex sestese.

(per segnalazioni sugli organici, scrivere a: info@pinkbasket.it)

Share your thoughts