PLAYOUT A2: CARUGATE,SANE E SALVE! (LA CRONACA-PINK)

SANE E SALVE

Mercede Bk Alghero – Carosello Carugate 58-70
Parziali: 11-16, 25-30 (14-14), 38-48 (13-18), 58-70 (20-22)

Carugate: Zucchetti, Rossini 6 (3/5 al tiro), Diotti 8 (3/7), Rossi 2 (1/6), Zelnyte 9 (2/5), Beccaria 2, Mariani, Albano 15 (5/13), Fabbri 13 (5/9), Gombac 15 (7/13). All. Mazzetto

Cifre individuali:
Rimb.: Gombac 9, Fabbri e Albano 7. Ass.: Diotti 3, Fabbri e Gombac 2. Rec.: Diotti 3, Gombac e Rossini 2.
Falli subiti: Zelnyte 6, Albano 5. Stop.: Fabbri 2. Val. Gombac 21, Albano 17.

Cifre di squadra:
25/50 da 2 (50%), 1/8 da 3 (12%), 17/23 t.l. (74%), 34 rimb., 10 ass., 17 perse, 8 recuperi.

Missione compiuta. Carugate sbanca Alghero con una vittoria netta e meritata, portando a casa la salvezza e concludendo così nel migliore dei modi una stagione tanto lunga quanto tribolata: 32 partite, 9 vittorie, quattro delle quali ottenute nelle ultime cinque, e 23 sconfitte. 58-70 è il punteggio finale con cui Carosello ha messo in cassaforte la salvezza, condannando Mercede alla serie B e chiudendo la serie in due partite, entrambe dominate dall’inizio alla fine.

ALBANO E GOMBAC LETALI

Cecilia Albano e Giulia Gombac sono state le migliori marcatrici del match, con 15 punti a testa. Decisivo il terzo quarto (parziale 13-18), dopo un primo tempo equilibrato ma con l’inerzia sempre saldamente in mano alle ragazze allenate da Maurizio Mazzetto per l’assenza di Andrea Piccinelli, impegnato con le finali giovanili in Svizzera. Finisce così una stagione da cardiopalma per Carugate, tra addii prematuri (Dunja Vujovic) firme a campionato in corso (Contestabile e Zolfanelli), e infortuni (Zelnyte, Gombac e Macalli).
La firma di Valentina Fabbri e una crescita del gruppo sempre più evidente, complici diverse partite perse punto a punto nei minuti finali contro corazzate ben più blasonate che hanno contribuito alla maturità delle ragazze, hanno finalmente permesso a Carugate di chiudere bene la stagione, con 4 vittorie nelle ultime 5 partite di cui tre in casa, laddove per quasi tutta la stagione aveva avuto decisamente poca fortuna.

ZELNYTE, STAGIONE DA MVP

Per il gruppo, in cui spiccano diverse individualità, in primis quella di Laura Zelnyte, che ha chiuso il campionato in doppia doppia di media, quasi tredici punti e undici rimbalzi più una stoppata di media (cifre da Mvp della stagione), il rompete le righe è in programma stasera, martedì 15, per una pizza e i saluti finali.

LA PAROLA A COACH MAZZETTO
“Onore ad Alghero che è scesa in campo tutt’altro che rassegnata. La squadra sarda sapeva di trovarsi alla loro ultima spiaggia e hanno alzato notevolmente la loro intensità e aggressività in ogni zona del campo rispetto all’andata. Le nostre ragazze però sono state brave a non perdere la bussola, soprattutto nel momento in cui hanno capito che la difesa di Alghero si stava concentrando soprattutto su Laura Zelnyte. Da questo punto di vista il nostro comparto ali ha fatto un ottimo lavoro, con Gombac e Albano che hanno realizzato 30 punti in due. Faccio i complimenti anche al reparto piccole che hanno tirato fuori una gran bella difesa contro le loro dirette avversarie, con una menzione particolare per Francesca Diotti, il suo girone di ritorno è stato davvero di altissimo livello”. 
FOCUS: MISSIONE SALVEZZA

Quarta salvezza consecutiva per Carosello Carugate, che esce dalle sabbie mobili in cui si era ritrovata nelle ultime giornate, finendo all’ultimo posto in classifica, grazie a quattro vittorie nelle ultime cinque gare, tre delle quale conquistate tra le mura di casa. La stessa casa che per quasi tutta la stagione si era rivelata stregata: undici le sconfitte di fila per Gombac e compagne prima della sfida contro Bolzano, che ha invertito la tendenza, poi confermata contro Pordenone in quello che è stato un vero e proprio spareggio salvezza, infine contro Alghero in una serie sostanzialmente a senso unico. Una curiosità: Carosello è la squadra più precisa ai tiri liberi in serie A2: nessun altro ha fatto meglio del 74% dalla lunetta delle ragazze allenate da coach Piccinelli.

PINK TOP

NUMERI Giulia Gombac (15 PT., 9 RIMB., 2 AST., 2 REC., 21 VAL.)

INTENSITA’: Cecilia Albano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *